Il 6 marzo 2004 adriano chiede:

 

Dopo aver visto le analisi chimico-fisiche tempo fa mi Ŕ stato consigliato
di apportare solfato di potassio quale correttivo in un terreno carente al
momento dell' aratura, interrandolo per circa 30 centimetri ed in misura di
50/60 Kilogrammi ogni 500 metri quadrati. Vorrei chiedervi, ammesso che
riteniate giusta la quantitÓ, quanto tempo deve intercorrere tra la
somministrazione e la coltivazione. Pi¨ nello specifico: se faccio l'aratura
e lo interro adesso posso seminare le patate giÓ tra un  mese o rischio
danni alla coltura tipo squilibri nutrizionali da eccessi di potassio? Posso
interrarlo insieme al letame della concimazione organica?
Cordiali saluti.
Adriano

 

1,2 t/ha di K2SO4...sicuramente un terreno con reazione alcalina o
sub-alcalina....e con poca dotazione potassica sc. probabilmente, forse un
t. sabbioso (spero di non fare pubbliche figuracce:-)
Il K2SO4 Ŕ pi¨ che un "correttivo" un vero e proprio concime semplice (solo
per la pignoleria)...ma per rispondere alla domanda direi che, a mio avviso,
non dovresti avere alcun tipo di problemi, anche perchŔ il potassio Ŕ un
elemento relativamente poco mobile nel terreno, per cui la coltura se ne
avvantaggia per quello che le serve, la quota residuale rimane nel terreno a
"futura disposizione"...il fatto che possa essere interrato assieme ad
ammendante non comporta problemi.
Inerentemente la q.tÓ indicata da analisi...beh...come faccio a rispondere
se non so i dati di referto e a che profonditÓ Ŕ stata effettuata la
campionatura?...
A disposizione.... Dr Sp

 

Volentieri ti riporto i risultati dell'analisi.
Potassio sc. ppm 98              Grado di dotazione    scarso
Magnesio sc. ppm 176,4                   "                     abbondante
Calcio sc ppm 2281                          "                     buono
Fosforo ass. ppm 38,8                       "                     buono
Sostanza organica % 3,4                   "                     abbondante
Azoto totale ░/˛˛   2,6                       "
abbondante
C/N 7,5                                             "
scarso
Fe ppm 46,9
Mn ppm 30,5
Cu ppm 112,2
Zn ppm 9,6
B ppm 0,5
Na ppm 94
Cl ppm 12,5
Reazione pH in H2O    6,9
ConducibilitÓ  microS/cm   101
Sabbia  % terra fine  52,5
Limo       "      30
Argilla       "      17,5
Calcare tot. % CaCO3   0,7   (insgnificante)
CapacitÓ Scambio Cationico meq/100g      17,6    (media)
Reazione (pH)      Suolo neutro
ConducibilitÓ        Molto bassa
Granulometria  Franco sabbioso
La profonditÓ del campione non me la ricordo bene purtroppo, non avendo mai
fatto fare altre analisi prima di allora, ma ricordo che prelevai il terreno
inviato secondo le indicazioni datemi dal laboratorio e sicuramente dal
fondo di una buca di non meno di 5 centimetri.
Sono un piccolo orticoltore per hobby con un terreno di circa 500 metri
quadrati ma ho poca dimestichezza con l'impiego dei concimi chimici o
ammendanti, per cui ulteriori consigli e suggerimenti alla luce delle
analisi suddette sono graditi.
Ciao. Adriano

 

> Potassio sc. ppm 98              Grado di dotazione    scarso

io metterei la cenere di legna che contiene abbondante K sotto forma di
carbonato, ossido di calcio e anidride fosforica
2/4 q. Ha per non alzare troppo il PH e il Ca
unito ad integrazioni annuali di sostanza organica e niente altro
ciao mauri
saluti da www.ziopapes.it

 

Adriano...dimmi se ti Ŕ arrivata mia e-mail....

Ho visto solo adesso la "profonditÓ" di campionamento.....
scusami....comunque...anche a futura memoria....
tieni presente che la profonditÓ di campionamento dovrebbe interessare la
profonditÓ (scusa il gioco di parole) di massimo volume radicale della
coltura oggetto di intervento agronomico, in quanto Ŕ proprio lý che si
verificano i massimi fenomeni di assorbimento radicale, rispetto ad altre
aree radicali....per la patata Ŕ intorno ai 40cm di profonditÓ....ok?
Dr Sp